Giulio Iacchetti

Giulio Iacchetti si occupa di industrial design dal 1992 collaborando per marchi quali Abet Laminati, Alessi, Bross, Danese, Casamania, Fontana Arte, Foscarini, Magis, Meritalia, Moleskine. E’ curatore di mostre scaturite da riflessioni su diversi temi di progetto come la croce da cui è nata Cruciale tenutasi a Milano, Roma ed Enna e il food-design da cui è nata Razione K, il pasto del soldato in azione, prodotta dalla Triennale di Milano nel gennaio 2015. Diversi i premi conseguiti tra cui due Compassi d’Oro: nel 2001, con la posata multiuso biodegradabile “Moscardino” oggi parte dell’esposizione permanente del design al MOMA di New York; e nel 2014 con la serie di tombini Sfera progettati per Montini. Nel maggio 2009 la Triennale di Milano  ha ospitato una sua una personale intitolata “Giulio Iacchetti. Oggetti disobbedienti”.